Lunedì, 24 Settembre 2018 13:29

È possibile cambiare

es posible cambiar800

Margherita Galiffa, Roma (Italia): Mi ha molto colpito quando lei ha detto che quello che aveva, di materiale ma anche l’amore umano, non le bastava. C'era un limite e questo a lei non bastava.

Margherita Galiffa, laureata in Lingue, moglie e madre, ci scrive da Roma (Italia) dopo aver visto il docufilm di Sr. Clare insieme alla sua famiglia.

Il docufilm su Suor Clare ci ha toccato molto. Anche se non l’abbiamo conosciuta di persona, l'abbiamo sentita vicina a noi. La sua storia lascia qualcosa dentro, e anche oggi, come ieri, ho avuto diversi momenti in cui lei mi è tornata in mente. Perché è una storia che parla di una ragazza normale, come noi, e nella quale ognuno di noi può ritrovare un po’ di se stesso e pensare che sarebbe bello poter avere quella "illuminazione" divina che ha avuto lei e vivere la piena felicità, a cui tutti aneliamo.

Mi ha molto colpito quando lei ha detto che quello che aveva, di materiale ma anche l’amore umano, non le bastava. C'era un limite e questo a lei non bastava.

Suor Clare è un bell'esempio di amore e di generosità totale, è un bell’insegnamento per tutti noi. Ci fa vedere che è possibile cambiare, abbandonare i nostri vizi per abbracciare le virtù.

Il pomeriggio di ieri ci ha fatto bene all'anima.

Scegli la lingua

Cerca

Reti sociali

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.