Menu
Giovedì, 16 Gennaio 2020 21:00

“Effetto Clare” in Irlanda

Siervos

Servi del Focolare della Madre:  Il video-documentario di Suor Clare è stato visto da un milione di persone in spagnolo e solo da mezzo milione in inglese. A volte, però, mi sembra di stare conoscendo mezzo milione di persone una alla volta.

Un anno fa i Servi Del focolare della Madre hanno fondato una comunità a Mallow (Irlanda). Lì hanno si sono scontrati con qualcosa che hanno denominato “effetto Clare”, cioè l’influenza di Suor Clare, qualcosa che definiscono come benefico “riscaldamento” del mondo, specialmente nel suo Paese natale. Ce lo raccontano in questo articolo. 

Noi Servi del Focolare viviamo in Irlanda da un anno. Il tempo è volato e, vivendo in quest’isola, ci siamo resi conto di molte cose. Buon latte, strade strette, GAA (Associazione Atletica Gaelica) e che i giorni piovosi sono considerati “bel tempo”!

Ci siamo anche resi conto, però, che l’Irlanda è piccola. La popolazione è di circa quattro milioni di persone, sebbene a volte sembri anche meno. Spesso ci è capitato di incontrare, all’altra parte dell’isola, persone che ti dicono che Mallow (la località dove viviamo) è dove sono cresciuti!: “La mia casa era quella che incontri attraversando la strada…” o ancora, altre volte scopriamo che una persona che ci ha appena fatto un favore è amico di un’altra persona amica nostra. C’è un’alta percentuale di possibilità che qualsiasi persona conosca qualcuno che tu conosci. Queste situazioni sono comuni, proprio come il tè. E Suor Clare sta diventando come il tè. 

Il video-documentario di Suor Clare è stato visto da un milione di persone in spagnolo e solo da mezzo milione in inglese. A volte, però, mi sembra di stare conoscendo mezzo milione di persone una alla volta.

Un giorno eravamo a Derry con un gruppo di giovani. Chiedemmo di un posto dove poter andare a fare un po’ di sport. Lo trovammo e iniziammo a giocare. Un altro gruppo di ragazzi si avvicinò: “Siete sacerdoti?”, ci chiesero. Durante la conversazione, uno di noi disse: “Per caso avete sentito parlare di Suor Clare?” . “Oh, è quella suora che morì nel terremoto”. Grazie a suor Clare ci è più facile presentarci. Tutto ciò che dobbiamo aggiungere è “Facciamo parte della stessa congregazione”.

Servi

In un’altra occasione, stavamo presentando la versione breve del documentario di Suor Clare in una classe di ragazze. Era la prima volta che lo facevamo. Quando terminò il video molte ragazze stavano piangendo. La cosa continuò a lungo. Nello stesso giorno altri furono toccati dalle parole: “lei è nostra consorella”.

Dato che lei è nostra sorella, a volte regaliamo immaginette di Suor Clare. Noi seminiamo e Dio fa il resto. Una volta abbiamo visto una ragazza che durante un’Adorazione Eucaristica trascorse tutto il tempo a guardare l’immagine di Suor Clare. Chi gliela aveva data? Cosa sapeva lei della sua storia? Che le stava dicendo Suor Clare durante quell’ora? Sicuramente era qualcosa di profondo, di molto profondo, ciò che univa quelle due anime irlandesi alla presenza di Gesù.

Durante un ritiro “Youth 2000” (Ndt. Giovani 2000), non organizzato da noi, era prevista la visione  completa del film-documentario su Suor Clare, della durata di un’ora e mezza. Ci furono delle difficoltà tecniche. Nonostante la proiezione fosse iniziata tardi (quasi a mezzanotte), un gruppo di una cinquantina di persone non volle andarsene senza aver prima conosciuto Suor Clare. La persona che insisteva affinchè si proiettasse il film non era un Servo o una Serva, neppure un laico del Focolare della Madre, ma un cristiano convinto del valore della vita e del messaggio di Suor Clare.

Abbiamo anche sentito due suore invocare il nome di Suor Clare insieme a quello di altri santi. Non sentivano la necessità di fare differenze tra “San Giovanni Paolo II, San Giovanni Bosco e Suor Clare”. A tutti chiedevano “pregate per noi” (*).

In un’altra occasione ci hanno raccontato che ci furono una piccola discussione e sentimenti feriti perché ad un gruppo di giovani del NET (Gruppo Nazionale di Evangelizzazione) non fu permesso di avere come patrona Suor Clare “semplicemente” perché non ancora canonizzata. È comprensibile la reazione di entrambe le parti in gioco. Tuttavia, i primi sono ancora offesi per questo fatto. Le loro ferite sono un segno dell’amore che nutrono per Suor Clare: la considerano già parte del loro gruppo.

Come si può notare da tutti questi esempi, l’ “effetto Clare” è evidente. Anche in questa fredda isola ci sono alcune persone coscienti del riscaldamento globale; ciò che io posso dire è che l’unica cosa che scalda il mondo sono i cuori di coloro che amano come suor Clare. Il riscaldamento globale dell’ “Effetto Clare”  è certamente qualcosa di buono: suor Clare sta cambiando  vite ovunque, ma specialmente in questa “Isola si smeraldo”.

Servi del Focolare della Madre
Mallow (Irlanda) 

(*) Con questo aneddoto ci riferiamo a un fatto del quale i Servi del Focolare della Madre sono stati testimoni e non attori; con questo non vogliamo anticipare in nessun modo il giudizio della Chiesa riguardo alla santità di Suor Clare.

Scegli la lingua

Cerca

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  [email protected]
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.