Menu
Sabato, 03 Dicembre 2016 19:29

Un bianco che acceca

Hermana Clare con chicas

Giulia Sciutto (Stati Uniti): “Consolati, cara sorellina. In Cielo non vedrai più tutto nero, ma un bianco che acceca”.

Giulia Sciutto ci racconta una grazia che ha ricevuto attraverso una lettura di Santa Teresina che la aiutò a superare un momento di confusione e di perplessità interiore dopo la morte di Sr. Clare.
 

En Belmonte Sento che devo condividere questa piccola testimonianza. Un paio di giorni dopo il terremoto in Ecuador mi sentii confusa perché lessi sulla pagina del Focolare della Madre che chiedevano a tutti di pregare per l’anima di Sr. Clare e delle ragazze che sono morte con lei. Io pensai: “Se Sr. Clare ha bisogno di preghiere per andare in Cielo, chi può salvarsi?”. Ero sconcertata. Ero triste per tutto quello che era successo, e mi sentivo ancora più triste nel pensare che un’anima così bella come la sua potesse essere stata sorpresa dalla morte senza essere pronta a ciò.
Quello stesso giorno, la mia lettura del giorno era di Santa Teresina. Diceva:
“Consolati, cara sorellina. In Cielo non vedrai più tutto nero, ma un bianco che acceca”.
- Santa Teresina di Gesù Bambino

La mia piccola e grande Santa Teresina è venuta in mio aiuto come fa sempre.
Grazie a tutte voi Serve per l’amore che irradiate e che gratuitamente donate a tutti coloro che vi incontrano.

La vostra piccola sorella in Cristo,
Giulia Sciutto

Scegli la lingua

Cerca

Reti sociali

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok