Menu
Mercoledì, 26 Luglio 2017 18:59

Mia figlia tornò e il nodulo di 9 mm scomparve

MCarmen

Maria del Carmen Chimeno Blanco, LHM, Valenza (Spagna): Sentii che Sr. Clare mi diceva: «Tranquilla, ne ha bisogno». E mi riempì di pace.

mcarmen165

Maria del Carmen Chimeno Blanco, laica del Focolare della Madre, di Valenza (Spagna) ci scrive per raccontarci due grazie che lei attribuisce all’intercessione di Sr. Clare.

Sono sicura che Sr. Clare intercedette affinché mia figlia tornasse a casa, visto che è a lei che la affidai dopo aver chiesto al Signore e a Maria che la aiutassero, la proteggessero e intercedessero affinché tornasse. Nel farlo sentii molta pace, malgrado stessi piangendo a dirotto in quel momento. Sentii che Sr. Clare mi diceva: «Tranquilla, ne ha bisogno». E mi riempì di pace.

Circa tre mesi dopo mi chiamò mia figlia in pianto affinché andassi a prenderla, affinché la recuperassi. Al posto di rimproverarla, come sarebbe stata la mia reazione logica, il mio intimo era cambiato: decisi di amarla al modo di Dio, ricevendola a braccia aperte. Mentre mi chiedeva perdono piangendo, io la abbracciavo e la perdonavo senza rimproverarla, come ci insegnò Gesù nella parabola del «figliol prodigo», per me del «padre misericordioso». Grazie, Sr. Clare, per la tua intercessione. Adesso ti chiedo che la avvicini di nuovo a Dio e ai Suoi progetti su di lei. Amen.

Ma devo ancora raccontare un’altra grazia della nostra cara sorellina Clare. Alcuni mesi fa, iniziai ad affaticarmi più del normale nel camminare o nel salire le scale. Siccome sono asmatica, andai dello pneumologo per vedere se avevo bisogno di qualche altro inalatore. Mi chiesero una radiografia. Nel tornare per vedere il risultato, la pneumologa – che era molto allarmata – mi chiese una TAC del polmone, che era una prova più specifica, perché ciò che aveva visto nella lastra non le piaceva. Me la chiese con urgenza. Dalla TAC risultarono due noduli polmonari, uno in ogni polmone, uno di essi di nove millimetri e l’altro di quattro millimetri. Quello di nove era attaccato alla pleura, e temevano il peggio. Mi cambiarono inalatore con uno più forte e nuovo, Foster NEXThaler 200/6, avendo bisogno di due inalazioni ogni dodici ore, e di Ventolin.

Me lo diedero senza indugi: «Tu sai già ciò che questo può essere. Ripeteremo la prova fra tre mesi e, se è cresciuto, inizieremo ad attaccarli: chirurgia, chemio e radioterapia... Tu lo sai già». Immagino che mi parlarono così perché sono medico e non dovevano spiegarmi ciò che era un tumore maligno...

Così mi misi nelle mani di Dio e sotto la protezione di Maria, accettando tutto ciò che Dio volesse. Dissi questo solo al mio direttore e a due o tre persone affinché pregassero per me, visto che, finché non fosse confermato, non volevo far preoccupare nessuno. E chiesi aiuto a Sr. Clare affinché intercedesse per la mia guarigione. Io stavo allora pregandola per la guarigione di un’amica, membro del Focolare, con un cancro e già in trattamento, ma in altra localizzazione. Adesso avrei pregato per entrambe, tra le altre richieste... Assalgo la suora di richieste...

Ebbene, alcuni giorni prima della prova mi sentivo molto bene. Non mi affaticavo e i miei polmoni sembravano espandersi normalmente. Quando andai a vedere i risultati, il nodulo di nove millimetri, quello che, attaccato alla pleura, non mi lasciava respirare e pensavano che potesse essere maligno, era scomparso, non lo nominarono neppure nel referto. Rimane quello di quattro millimetri, ma quello non mette a repentaglio niente e pensano che, non crescendo, non sia maligno. Così che mi hanno dimesso, anche se vogliono farmi dei controlli tra sei mesi. E inoltre non ho più bisogno dell’inalatore, e questo anche in primavera, epoca in cui noi asmatici stiamo peggio.

Ringrazio Dio per tutto ciò, Maria e Sr. Clare per la sua intercessione.

Scegli la lingua

Cerca

Reti sociali

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.