Menu
Venerdì, 08 Marzo 2019 21:00

Sempre disposta a servire

Suor M. Fernanda

Suor M. Fernanda Choez (Guayaquil, Ecuador): 
 Lei lavorava senza mai lamentarsi.

Suor M. Fernanda Choez è di Guayaquil (Ecuador). Ricorda Catalina come una ragazza allegra, con una grande capacità di dimenticarsi di se stessa per servire gli altri. Il suo esempio le è tuttora di grande aiuto.

Non ricordo esattamente quando conobbi Catalina, però ricordo che a volte veniva alla residenza degli studenti di Guayaquil o noi andavamo con le suore a Playa Prieta e la vedevamo. Lei animava sempre i gruppi raccontando aneddoti, scherzi e le sue famose barzellette. Mi stupiva la sua grande felicità in rapporto alla semplicità della sua vita. Questo perché aveva trovato tutto e non le mancava niente per essere felice.

Un altro aspetto che mi stupiva sempre e che mi faceva pensare molto era la sua capacità si mettersi al servizio. Ad esempio, durante i pasti era sempre attenta affinché a nessuno mancasse niente. E se mancava del cibo, era capace di rinunciare al suo per darlo agli altri. Lei non voleva essere la più comoda, voleva che tutti gli altri si trovassero bene. Ciò mi interrogava molto, perché non è per niente facile. Catalina sapeva dimenticarsi di se stessa per servire gli altri.

Una volta, parlando con lei, le chiesi che lavoro facesse. Mi disse che raccoglieva limoni. Rimasi sconcertata e mi vennero molte domande, soprattutto perché lei era giovane e si trattava di un lavoro banale. Lei rispondeva con una naturalezza e un’allegria tale che stentavo a crederle. Quando le si chiedeva un favore diceva sempre di sì, anche se significava per lei cambiare i suoi piani. Non le ho mai sentito dire “sono stanca, non posso, più tardi…”. 

Una volta stava curando un’anziana a Guayaquil. Si trattava del suo lavoro, quindi lo poteva fare più agilmente. Notai che era un po’ stanca. Il lavoro sembrava costarle un poco, soprattutto quando si è giovani e si preferirebbe  fare altro. Invece colpiva l’amore con cui si rivolgeva all’anziana, lo si notava nel comportamento e nelle risposte che le dava. Per lei importante era che l’altra persona fosse felice e lavorava senza mai lamentarsi.

Una vita semplice, allegra, molto allegra, sempre disposta a servire: comportandosi così, senza neanche rendersene conto, mi faceva e continua a farmi riflettere per fare ciò che Dio vuole e amare molto.

Scegli la lingua

Cerca

Reti sociali

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.