Menu
Venerdì, 02 Dicembre 2016 12:00

Non diceva mai di “no”

 m augusta cara

Gemita Dayana Vergara Espinoza, Ecuador: "Quando sorgeva un problema, cercava di risolverlo mettendo Dio al centro, fino a riuscirci".

gemita

Gemita Dayana Vergara Espinoza è di Chone (Ecuador). Conobbe Maria Augusta quando quest’ultima era ancora bambina, così che può fare un suo ritratto con parole colme di affetto, ma anche di verità.

Di Maria Augusta, da quando la conobbi, due sue caratteristiche richiamarono la mia attenzione: la sua gioia e la sua donazione disinteressata agli altri. Era sempre gentile, responsabile, studiosa, paziente e serena di fronte a qualunque inconveniente succedesse. Quando sorgeva un problema, cercava di risolverlo mettendo Dio al centro, fino a riuscirci.

Durante il primo campo estivo che si tenne qui in Ecuador, ricordo che vinse il premio per essere stata la migliore partecipante al campo. Se lo meritava veramente, visto che, in ogni momento, aveva dato il meglio di sé, in base a ciò che Dio le chiedeva. La sua disponibilità ad aiutare era stupefacente: non diceva mai di “no”. Si rendeva conto quando qualcuno aveva bisogno di aiuto, e rapidamente accorreva in suo aiuto con il volto sorridente.

Malgrado si notasse che era timida e molto riservata, questo non è mai sembrato un ostacolo, piuttosto cercava di uscire da se stessa, per far conoscere Dio a catechismo, durante gli incontri, le riunioni e i campi estivi che venivano fatti. Non la vidi mai triste, al contrario, era quella che otteneva che, in un momento di tensione, si sentisse la presenza di Dio e di nostra Madre, la Vergine.

È evidente che, da quando aveva conosciuto il Focolare, la sua vita si era trasformata fino al punto di arrivare ad appartenere completamente a Dio e di essere un regalo preziosissimo per nostra Madre!!!

Scegli la lingua

Cerca

Reti sociali

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok