Menu
Lunedì, 19 Giugno 2017 21:00

Gesù era il centro della sua vita

Mª Augusta con unas chicas

Guadalupe Cedeño (Ecuador):  Diceva: «Il Signore ti ama e anche la Vergine Maria ti vuole molto bene. E sai che puoi dare di più».

Guadalupe

Guadalupe Cedeño, candidata delle Serve del Focolare della Madre, ci offre in questo articolo i suoi ricordi sulla vita di preghiera di M. Augusta. Mette in evidenza che «era evidente che Gesù era il centro della sua vita».

Io ricordo che M. Augusta chiamava il Signore «Jesusito» (Gesuino). Era molto affettuosa con il Signore, anche con la Vergine Maria. Siccome era molto timida, non sempre faceva notare quanto Li amasse, ma quando la vedevi nel suo tempo di orazione, vedevi che era un tempo tra lei e il Signore. E quando parlava alle ragazze, sempre diceva loro che Gesù le stava aspettando. Diceva: «Il Signore ti ama e anche la Vergine Maria ti vuole molto bene. E sai che puoi dare di più». Alle ragazze diceva sempre che chiedessero forza al Signore per seguirLo.

Era evidente che Gesù era il centro della sua vita. Sì, Gesù era il centro della sua vita completamente. Ricordo che diceva che aveva maggiore relazione con il Signore, con il Cuore di Gesù. Durante un pellegrinaggio a Quito poté lasciare i suoi orecchini e ormai iniziare a donare la sua vita al Signore. Aveva una forte unione con il Signore e amava molto il Cuore di Gesù, moltissimo! E diceva sempre che era molto vicina a Lui.

Días antes del terremotoMaria Augusta con le suore e le candidate mentre stavano lavorando alcuni giorni prima del terremoto.

Nell’orazione stava sempre in ginocchio. E vedevi come era il rapporto tra Gesù e lei. Anche se amava molto pure la Vergine Maria, ci diceva che la sua relazione era con Gesù, che Gesù era il «suo Gesù», «Jesusito» Lo chiamava lei. Quando era tempo di fare l’orazione, io ricordo sempre M. Augusta andare prima di tutto a cercare la sua Bibbia. Ricordo che dicevano: «Orazione!!!» e M. Augusta andava di corsa a cercare la sua Bibbia e il suo quaderno. Era molto unita al Signore.

Ricordo che, quando insegnava catechismo, alle ragazze parlava molto forte di Gesù. Forte, ferma, ma allo stesso tempo con molto affetto, cercando di arrivare a loro, mai irritata. Parlava loro molto di Gesù, e che Gesù è nell’Eucaristia, e che dobbiamo amarLo, che dobbiamo andare a Messa non così per andarci o per impegno del catechismo, ma andare e amarLo veramente, perché Egli ci sta aspettando sempre. Sempre ripeteva questo alle sue ragazze del catechismo.

Scegli la lingua

Cerca

Reti sociali

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok