Menu
Giovedì, 14 Marzo 2019 21:00

Mi continuano ad aiutare

Mi continuano ad aiutare

È evidente e normale soffrire per la separazione fisica dalle persone, ma con il tempo si comincia a capire perché il Signore permette questa sofferenza.

Una giovane amica di Jazmina e Mayra, in un momento cruciale della sua vita, condivide con noi la sua intima convinzione: se Jazmina e Mayra l'hanno aiutata così tanto nella vita, ancor più lo faranno ora.

Mi continuano ad aiutare

Conobbi Jazmina e Mayra nel 2014. Davvero, durante il tempo che condivisi con loro, mi furono di grande aiuto. Mi colpiva sempre la loro gioia. Quando le conobbi per la prima volta, mi sembrava di conoscerle da molto tempo e non so perché.

È evidente e normale soffrire per la separazione fisica dalle persone, ma con il tempo si comincia a capire perché il Signore permette questa sofferenza. Voglio molto bene a entrambe e so che, da dove sono, continuano ad aiutarmi. Non posso dubitarne. Io sono paurosa e diffidente, ma ogni volta che leggo un nuovo ricordo su Jazmina e Mayra o sulle altre ragazze, questo mi aiuta molto. Proprio in questi momenti in cui voglio essere generosa con il Signore, esse intercedono per me.

Recentemente ho letto un ricordo in cui Mayra diceva ad un'altra ragazza che il Signore l'avrebbe aiutata, che avesse fiducia. E un altro di Jazmina, quando entrò come candidata. È curioso, perché non mi ero resa conto che entrò come candidata un anno dopo che io ero entrata nel Focolare, nella stessa data: il 20 aprile, a distanza di un anno.

Sono state presenti nei momenti importanti della mia vita, come il mio primo impegno con il Focolare della Madre della Gioventù, il mio compleanno... E ora più che mai nelle decisioni importanti che devo prendere, nelle cose che devo lasciare e nell'abbandonare dei legami che mi allontanano dal cammino... Sono sicura che non sarà facile, ma se mi hanno già aiutato prima, ancor più lo faranno ora.

Scegli la lingua

Cerca

Reti sociali

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.