Menu
Venerdì, 06 Ottobre 2017 21:00

Sr. Clare all’Isola Trinitaria

Hna. Clare con un niño en Ecuador

Tamara Ximena Tacuri Morales (Guayaquil, Ecuador):  Mi piaceva molto conversare con lei perché quando lo faceva vedevo nel suo sguardo un grande interesse per tutto ciò che le dicevo. 

Tamara Ximena Tacuri Morales conobbe Sr. Clare nella Scuola «Santa Rosa da Lima», all’Isola Trinitaria di Guayaquil (Ecuador), nelle quale Sr. Clare dava lezione di religione. L’Isola Trinitaria è un quartiere periferico di Guayaquil nel quale abitano più di 1.200 famiglie, la maggior parte afro-ecuadoregne, che hanno per lo più un livello di entrate molto basso. I servizi di base del settore sono molto limitati, molte zone sono prive di rete fognaria e le strade non sono asfaltate. Le Serve del Focolare della Madre collaborano con la Parrocchia e la Scuola «Santa Rosa da Lima» nell’evangelizzazione e in vari progetti di sviluppo e formazione. 

Per maggiori informazioni dei progetti delle Serve del Focolare della Madre in Ecuador clicca qui.

Ciao, suore del Focolare della Madre!!! Il mio nome è Tamara. Lavoro nella Scuola «Santa Rosa da Lima» dell’Isola Trinitaria (Guayaquil, Ecuador). Ho avuto la grande benedizione di conoscere Sr. Clare, perché arrivò come volontaria per dare lezioni di religione nella nostra scuola. Questa istituzione educativa si trova in un quartiere di Guayaquil ben noto per le sue necessità economiche. Ella arrivò e ci contagiò con il suo affetto e la sua gioia. In quei giorni avevano diagnosticato delle metastasi a una persona molto vicina della nostra comunità. Ella mi riempì di pace e tranquillità per superare quella situazione.

Mi piaceva molto conversare con lei perché quando lo faceva vedevo nel suo sguardo un grande interesse per tutto ciò che le dicevo. Aveva un gesto molto bello, che richiamava molto la mia attenzione: prendeva la croce che portava al collo e la stringeva quando parlavamo.

Hna. Clare con un niño en Ecuador

In una data occasione entrò nell’ufficio della Segreteria e mi disse un po’ preoccupata: «Tamara, oggi ho avuto lezione con i bambini di seconda media. Ho detto loro che devono imparare l’inglese affinché, quando andranno negli Stati Uniti, sappiano parlare. Ma i bambini mi hanno detto: “Per che cosa, suora, se noi non andremo mai negli Stati Uniti?” Questi bambini non hanno sogni, e questo è molto grave, visto che – se non hanno sogni – non avranno mai né mete né obiettivi». Io le dissi: «È vero, suora. Non lo avevo mai pensato così».

Ricordo molto bene quell’episodio. Ella era in piedi, vicino alla porta, e mi disse: «Bisogna insegnare ai bambini a sognare. Se non sognano, rimarranno sempre nella mediocrità. Se li motiviamo a sognare, li aiutiamo a raggiungere le loro mete. Una persona che smette di sognare perde la voglia di andare avanti».

Ogni volta che ricordo questa conversazione dico a me stessa che fu un messaggio eterno quello che ci lasciò Sr. Clare, soprattutto per noi che siamo coinvolti nell’educazione e nella formazione cristiana di bambini e giovani.

Possiamo anche prendere questo consiglio per tutti noi, non importa l’età, bisogna continuare a sognare!!!!!

Saluti

Scegli la lingua

Cerca

Reti sociali

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok