Menu
Sabato, 19 Ottobre 2019 21:00

Tutto il tempo con emicranie

 Carolina con delle amiche

Carolina Aveiga:  Spesso io faccio la vittima e devo imparare da suor Clare.

Suor Clare visse il suo ultimo campo con le bambine e le giovani del Focolare della Madre un mese prima della sua morte. Una persistente emicrania la accompagnava giorno dopo giorno. Ce lo racconta Carolina Aveiga, giovane del Focolare della Madre dell’Ecuador e studente di Diritto presso l’Università di Portoviejo.

Suor Clare era una delle responsabili del campo del 2016. Fu l’ultimo campo di Suor Clare e delle ragazze che morirono con lei. Io ero incaricata del laboratorio di pasticceria, perciò ero spesso in cucina a preparare le cose di cui avevano bisogno per il laboratorio. Suor Clare arrivava sempre molto allegra, anche se TUTTO il tempo ebbe delle emicranie.

In questo campo, la suora aveva mal di testa tutti i giorni. Lo so perché la conoscevo e perché, mentre io ero in cucina, la vedevo prendersi una pastiglia, ma cercava di nasconderlo e mai fece la vittima per questo. Tutto al contrario, le bambine erano sempre dietro a “Sor Clor” (come esse la chiamavano). Ed ella faceva tutto ciò che loro le chiedevano, sia cantare, sia recitare, o semplicemente stare lì vedendole ballare.

Nel viaggio di ritorno, Suor Clare si sedette in fondo al pullman perché aveva una forte emicrania. Solo alcune di noi lo sapevano. Ma, in meno di cinque minuti, le bambine andarono dove era lei perché volevano che raccontasse loro storie di Sor Clor, o semplicemente per stare con lei. Alcune ragazze e io provammo a togliere le bambine da lì, ma suor Clare ci disse di lasciarle lì. Io non dissi nulla, però mi impressionò moltissimo e mi rese consapevole del fatto che, spesso, io faccio la vittima, e che devo imparare da Suor Clare.

Scegli la lingua

Cerca

Reti sociali

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok