Menu
Giovedì, 05 Dicembre 2019 21:00

Persa in ospedale. Persa?

Suor Clare e Suor Kelai

Sr. Kelai Reno:  Suor Clare ed io percorrevamo il corridoio dell’ospedale, cercando di orientarci, quando, improvvisamente, vedemmo venire verso di noi una signora che piangeva. 

Una mattina, Suor Clare e Suor Kelai dovevano portare la Comunione ad un malato dell’Ospedale Clinico di Valencia. Disorientate, si persero per i corridoi. In realtà loro pensavano di essersi perse, però – come ci racconta Sr. Kelai Reno, SHM – «il Signore sapeva esattamente dove voleva andare Lui». 

Suor Clare

Quando vivevo con Suor Clare nella nostra comunità di Valencia l’avevamo appena fondata, e tutto era nuovo per noi. Lavoravamo in due ospedali: l’Ospedale Clinico di Valencia e l’Ospedale Militare di Mislata. Facevamo visita ai malati e portavamo loro la Comunione.

In uno di quei primi giorni, Suor Clare ad io andammo all’Ospedale Clinico, ma ci perdemmo per i corridoi dell’ospedale. Lei portava Gesù, che teneva sempre stretto contro il petto, sotto lo scapolare del suo abito. Percorrevamo il corridoio, cercando di orientarci, quando, improvvisamente, vedemmo venire verso di noi una signora che piangeva.

Ci portò dentro la stanza dove era appena spirato suo padre e ci disse che aveva appena chiesto al Signore di mandarle qualcuno che la aiutasse. Quando uscì nel corridoio incontrò noi. Non si riferiva ad un aiuto medico, perché già lo aveva. Infatti c’erano delle infermiere nella stanza. Ci spiegò che si riferiva ad un aiuto per l’anima di suo padre e per la sua, perché era lì sola, senza la sua famiglia.

In quel momento Suor Clare le disse: «Tu hai chiesto aiuto e pensavi che noi fossimo quell’aiuto, però è il Signore stesso che è venuto a cercarti per poter stare qui con te e tuo padre». Ed estrasse il porta-viatico, dove portava il Signore sotto lo scapolare. Quando questa signora si rese conto che la suora portava con sé il Signore, iniziò a piangere di gratitudine, perché il Signore stesso era voluto venire a consolarla. Ci mettemmo tutte e tre in ginocchio presso il letto e pregammo per l’anima di suo padre, lì davanti al Santissimo. Quella donna era proprio riconoscente.

Suor Clare rimase molto colpita da questo evento. La stupiva la provvidenza del Signore. Noi pensavamo di esserci perse, ma il Signore sapeva esattamente dove voleva andare Lui. Quando arrivammo a casa, raccontammo la storia alle consorelle, ma lei la ricordava bene, e raccontava questa storia anche mesi e anni dopo. E sempre sottolineava con tanto affetto come il Signore viene a cercarci, viene incontro a noi.

Scegli la lingua

Cerca

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.