Menu
Giovedì, 27 Febbraio 2020 21:00

La Madonna viene a prenderci?

Sr. Michelle

Suor Michelle Klobe (USA):  La mattina dopo il terremoto, io mi rivolsi a lei, per chiederle se fosse vero che la Madonna viene a prenderci. Sentii che mi disse interiormente: “Sì, sorella, è vero”.

Suor Michelle Klobe è originaria degli Stati Uniti. Ci racconta i suoi ricordi di suor Clare, di cui mette in risalto il suo sforzo costante per dare sempre di più al Signore. È particolarmente meraviglioso l’ultimo aneddoto, avvenuto il giorno dopo la morte di Suor Clare.

Nella primavera del 2009 io stavo finendo i miei studi a Steubenville (Ohio, EEUU). Un gruppo di suore e candidate vennero dalla Florida a trovarmi. Ricordo che suor Clare diresse una riunione sulla tiepidezza spirituale con alcune ragazze della mia università. Diceva che le sembrava incredibile che, in un’università cattolica, gli studenti preferissero andare a fare shopping o vedere un programma televisivo ad andare a Messa. Non riusciva a comprendere come, avendo il Signore a due passi di distanza, nella cappella dell’università, non ne approfittassero per andare a farGli visita. Non capiva la tiepidezza né la mediocrità.

Quando io ero novizia, nell’anno 2011, suor Clare trascorse un mese nella nostra casa madre, dove sta anche il noviziato. Era sempre con le novizie e noi eravamo felicissime, non solo perché era divertentissima, ma anche perché era spiritualmente molto profonda. In una riunione di comunità, il Padre stava parlando di “dare un po’ di più”. Alcune suore diedero degli esempi di come si potesse fare per dare un po’ di più. Suor Clare propose come esempio che quando dopo aver finito di mangiare, tutti aiutano a sistemare portando qualcosa dalla tavola alla cucina, invece di portare solo qualcosa in cucina e basta, tornare alla sala da pranzo e finire di sistemare.

Diceva, con umorismo che “rimane sempre qualcosa”. Beh, noi sappiamo già la scena che avremmo trovato di ritorno alla sala da pranzo: trovavamo lì suor Clare, finendo di riordinare e facendo scherzi.

In un’altra riunione, il Padre ci disse di trarre qualche applicazione spirituale da quello che avevamo fatto durante il giorno. avevamo scavato per costruire l’ampliazione della casa del noviziato. Suor Clare disse che la frase che si sentiva ripetere più e più volte durante tutto quel giorno era: “Approfondisci! Approfondisci!” e che si era resa conto che, come sempre, bisogna approfondire in tutte le cose per vederle in Dio e non fermarsi alla superficie. Insistette che nella vita spirituale c’è sempre bisogno di approfondire, di non accontentarsi del minimo.

Sr. Clare nel 2009

In un certo periodo, la mia testa era sempre occupata a pensare a un tema in particolare. Un giorno, stavo parlando con un gruppo di suore all’entrata di casa, fuori dalla cappella. Suor Clare stava dicendo qualcosa e, all’improvviso, senza che avesse niente a che vedere con quello di cui stavo parlando, disse una cosa che era proprio la risposta che io avevo bisogno di sentire. Quando se ne rese conto, disse qualcosa come: “Non so perché l’ho detto”. Io pensai: “Perché il Signore ti ha voluta usare per parlare a me”.

Amava molto la Madonna. Un giorno mi disse che nel libro della Sapienza, ai capitoli 7 e 8, tutto parlava di Maria, perché “Colui che la ama, la vede in tutto”.

Il giorno del suo compleanno, il 14 novembre del 2015, parlammo in una video-conferenza con tutte le comunità delle Serve. Madre Ana, la nostra superiora generale, la invitò a parlare, con una domanda riguardante la gioia e come faceva lei a rasmetterla. Suor Clare rispose che , nonostante fosse felice e procurasse sempre dare gioia agli altri, sentiva che il Signore le chiedeva di più.

La mattina dopo il terremoto, io mi rivolsi a lei, per chiederle se fosse vero che la Madonna viene a prenderci. Sentii che mi disse interiormente: “Sì, sorella, è vero”.

Scegli la lingua

Cerca

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.