Menu
Lunedì, 20 Luglio 2020 21:00

«Ma l’Eucaristia, che cos’è?»

Suor Isabel insieme a suor Clare

Sr. Isabel Cuesta, SHM (Spagna):  La ricordo sempre così: autentica, come una bimba.

Sr. Isabel Cuesta conobbe Suor Clare nell'anno 2000, e fu testimone della sua conversione in quel primo Incontro della Settimana Santa che cambiò radicalmente la vita di Sr. Clare. Più tardi, quando Sr. Clare era già Serva del Focolare della Madre, tutte e due coincisero nelle comunità di Jacksonville (USA) e Torrent (Valencia, Spagna). In questo primo articolo, Suor Isabel ci riferisce i suoi ricordi sulla prima Settimana Santa di Sr. Clare in Spagna. Più avanti ci riferirà sue esperienze in comunità con lei..

Conobbi Sr. Clare nel suo primo viaggio in Spagna, durante l'Incontro della Settimana Santa del 2000. Era arrivata con un gruppo di irlandesi provenienti da Derry, Irlanda del Nord. Gli adulti erano gente entusiasta della loro fede, che cantavano canzoni al Signore talmente gioiose che rimasero per anni nel nostro repertorio. In qualche momento della loro vita avevano partecipato ai "Cursillos di Cristianità", e per questo si sentivano molto uniti specialmente quando cantavano la canzone "De colores". Tra le ragazze invece, c'era un po’ di tutto. Sr. Clare era sicuramente la più digiuna di questioni di fede.

Nei nostri Incontri della Settimana Santa del Focolare della Madre, la gente viene separata in gruppi di dieci-dodici persone per facilitare la riflessione in gruppo, i mestieri... Sr. Clare era nel mio gruppo insieme ad altre ragazze irlandesi e americane.

Suor Clare prima di essere Serva

Quell’anno si celebrava il grande Giubileo del 2000, e il tema che trattavamo era l'Eucaristia. Ogni giorno del Triduo Pasquale c'era una relazione di formazione. Ricordo che quell’anno furono piuttosto elevate, tanto che per capirle bisognava avere qualche conoscenza previa di dottrina e di vita spirituale. Clare Crockett era una ragazza di soli diciassette anni, apparentemente molto superficiale, cui i temi teorici risvegliavano ben poca curiosità. Infatti, non partecipò ad alcuna relazione. Cosicché il primo giorno, mentre nel nostro gruppo eravamo intenti a commentare qualcosa sui testi tanto ricchi di dottrina e di vita spirituale, Clare riuscì solo a dire che non andava a Messa tutte le domeniche e che neanche sentiva di averne bisogno.

Era il Giovedì Santo. Clare non riusciva a scappare dalle riunioni di gruppo così facilmente come dalle relazioni e dagli uffici in chiesa, perciò, per non annoiarsi, parlava a bassa voce e rideva con la ragazza più vicina. Ma, dopo aver udito più volte la parola “Eucaristia”, forse volendo intervenire seriamente - o forse per far vedere quanto fosse lontana dal seguire il filo del discorso - fece la sua prima domanda: «Ma l’Eucaristia, che cosa è?». Un'altra ragazza irlandese, che oggi è Suor Ruth O'Callaghan, le rispose con tanto affetto verso il Signore presente nell’Eucaristia che Clare solo assentì, facendo vedere che aveva capito e accettato. Clare era una ragazza nobile. È vero che faceva battute su tutto, ma non rimpiccioliva la verità. Credo che qualcosa si sia aperto nel suo cuore dopo quell’episodio.

Il Venerdì Santo, durante l'Adorazione della Croce, ebbe l’esperienza che spesso raccontava e che implicò un cambiamento nella sua vita. Dopo gli Uffici la trovai fuori della chiesa. Era con una sua amica e parlavano. Ella non smetteva di ripetere con quel suo accento così peculiare: «I love Him, I love Him». Non potei dubitare che non era teatro, che parlava dal cuore. In quell’occasione rimasi sorpresa dal suo candore e dalla sua sincerità. La ricordo sempre così: autentica come una bimba.

Scegli la lingua

Cerca

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.