Menu
Giovedì, 12 Maggio 2016 11:08

Sr. Clare: Il trionfo di Dio sulle circostanze

P. Colum Power, S.H.M.

pcolumok Rassegna di P. Colum Power, S.H.M., redatta alcuni giorni dopo la morte di Sr. Clare Crockett, S.H.M., avvenuta a causa del terremoto in Ecuador (16 aprile 2016)

P. Colum Power, nato nel 1965 a Cork, Irlanda, è un sacerdote dei Servi del Focolare della Madre, e perciò è un membro dello stesso movimento apostolico di Sr. Clare. Egli si laureò in Letteratura inglese nel 1991 e fece un Dottorato in Storia della Chiesa nel 2013. È l’autore di “A Touch of the Gardener’s Hand”, “Honey from the Lion’s Carcass” e “James Joyce’s Catholic Categories”. Egli ha dedicato il suo tempo ad attività apostoliche per i giovani organizzate dai Servi del Focolare della Madre.

L’uomo non è un mero prodotto delle sue circostanze storiche e del suo contesto sociale. O almeno non dovrebbe esserlo. Anche se a volte, purtroppo, lo è. Quando usa la sua intelligenza per rispondere con creatività alla situazione in cui si trova, allora conserva la sua personalità e apporta qualcosa. Quando non ce la fa a fare questo, assomiglia ai rami secchi caduti nel fiume, che sono trascinati dalla corrente. Non si può negare che Sr. Clare fu modellata dal suo ambiente, ma non fu definita da esso.

hermana clare

Suor Clare all’età di sette anni

In concreto il suo ambeinte era Brandywell, Derry, Irlanda del Nord, in un tempo di “Troubles” (problemi). Nacque nel 1982. L’ operazione “Flavius”, ad esempio, avvenne a marzo del 1988: il SAS britannico sparò a tre membri disarmati dell’IRA (Irish Republican Army) in Gibilterra, mentre facevano progetti su come mettere una bomba in una base militare. Quando i loro corpi furono rimpatriati nell’Irlanda del Nord per essere sepolti, un terrorista conservatore attaccò la folla di persone in lutto nel cimitero di Milltown con esplosivi e pistole, ammazzando tre persone e ferendo altre sessanta. Tre giorni dopo, durante il funerale delle vittime di questa strage, due caporali in borghese dell’esercito britannico casualmente entrarono con la loro macchina nella processione funebre. I parenti dei defunti, prevedendo un altro attacco, li trascinarono fuori dalla macchina, li spogliarono, furono picchiati e linciati.

Sr. Clare aveva sei anni quando avvennero questi episodi. La lista di episodi simili, e persino peggiori di questo, è tristemente lunga. E molti di essi avvennero di fronte alla porta di casa sua o molto vicino a lei. La Falls Road a Belfast e il Bogside a Derry, vicino a dove trascorse la sua infanzia e giovinezza, sono due dei luoghi più noti dell’Irlanda del Nord per la loro relazione con l’attività repubblicana. Il Bogside era un baluardo dell’IRA e dell’ancora più radicale INLA (Irish National Liberation Army).

Studi recenti hanno dimostrato che i bambini e i giovani furono i più profondamente colpiti dalla costante tensione e intimidazione. Il vandalismo, l’alcolismo tra gli adolescenti, la violenza, la disoccupazione cronica, il divorzio, la carenze di alloggi... erano all’ordine del giorno. È stato calcolato un numero superiore alla media di persone con depressione, di donne alcolizzate e di suicidi tra i giovani, come conseguenze del conflitto. Sr. Clare diede testimonianza pubblica delle visite frequenti ai suoi cari in carcere, che furono parte della sua infanzia e della sua lotta personale contro l’abuso di alcol durante la sua adolescenza.

hclarechica

Suor Clare da ragazza con Madre Ana dietro di lei durante un pellegrinaggio in Italia.

Allo stesso tempo, i suoi talenti eccezionali per la recitazione, il teatro e la musica furono riconosciuti rapidamente, e stava già presentando programmi televisivi per i giovani all’età di 15 anni sul Canale 4 – uno dei più importanti del Regno Unito – e all’età di 17, sul Canale Nickelodeon. Interpretò un ruolo secondario in un film criticamente applaudito, che le permise di posizionasi all’interno di una carriera di successo nel mondo dello spettacolo. Una combinazione di tre forti esperienze le diede la forza per poter abbandonare tutto questo.

La prima fu la scoperta dell’amore di Cristo crocifisso mentre un Venerdì Santo venerava la Croce. La seconda avvenne quando stava vomitando nel bagno di una discoteca e “ascoltò” il Signore che le diceva “Perché continui a flagellarmi?”. La terza avvenne nella stanza in un albergo di lusso a Londra mentre leggeva il programma del giorno dopo che iniziava quando l’autista sarebbe venuto a prenderla. Quello fu il momento in cui si rese conto che, in comparazione di Cristo, tutto era paglia. Il fatto che all’età di 18 anni, nel 2001, vide con chiarezza ed ebbe la forza di allontanarsi da tutto ciò e di iniziare la sua vita consacrata, dà testimonianza della potenza della grazia di Dio e del suo istinto per ciò che è autentico.

La famosa attrice francese, Brigitte Bardot, in un’occasione fece un’affermazione – piuttosto penosa – che, dopo aver donato la sua bellezza e la sua giovinezza gli uomini, avrebbe donato la saggezza e l’esperienza della sua vecchiaia a favore della causa dei diritti degli animali. Sr. Clare donò la sua giovinezza, la sua bellezza e il suo talento a Gesù Cristo, e, in cambio, ricevette una luce, una bellezza e una gioia che prima non aveva, cosa che a molti è sfuggito. Al posto di titoli quali: “Suora tragica perde la sua vita durante il terremoto in Ecuador”, sarebbe più azzeccato scrivere: “Suora comica guadagna cento volte di più e la vita eterna in Ecuador”.

hclare con p colm

Suor Clare come candidata con P. Colum

L’editore di Belfast Telegraph colpì nel segno quando, il 19 aprile, tre giorni dopo la morte della suora, scrisse che lei è un modello per la provincia di Ulster: “La sua morte è una perdita immensa, prima di tutto, per la sua famiglia che, in mezzo al suo pianto, deve essere anche estremamente orgogliosa di lei... Era il vero volto dell’Irlanda del Nord. Nel mondo sempre più secolarizzato di oggi, molti guarderebbero con diffidenza giovani che entrano nella vita religiosa, ma Sr. Clare sentì che la chiamata di Dio era la sua ambizione più importante e che il donarsi ad altri avrebbe portato a ricompense più grandi rispetto a qualunque stile di vita orientato verso ciò che è materiale. Era una vera ambasciatrice di questa provincia in tutti i luoghi in cui andava, e abbiamo bisogno di persone come lei in tutti gli ambiti della vita per mostrare un’immagine positiva di questa comunità”.

Nei primi momenti di lotta per rinunciare a un futuro di fama e fortuna, Sr. Clare considerò, con simpatia, l’idea di combinare le sue “due vocazioni” diventando “una suora famosa”. Alla fine optò con tutto il suo cuore a favore della vita nascosta con Cristo, e Cristo sta già compiendo in lei la Sua promessa che “chi si umilia sarà esaltato”. Il Belfast Telegraph è il giornale laico più importante dell’Irlanda del Nord. Pochi giorni dopo la sua morte il Vangelo vivo che Sr. Clare scrisse con la sua vita e con la sua morte si sta già proclamando dai tetti del mondo.

Ho iniziato dicendo che non si può negare che Sr. Clare fu modellata dal suo ambiente, ma non fu definita da esso. Chissà se, attraverso l’esempio ispiratore della sua scelta eroica di amare Dio e gli altri al di sopra di se stessa, non finirà per modellare l’ambiente da cui uscì. Sicuramente ha realizzato la parte che le corrispondeva. “Consummatum est”, disse Cristo. “Ho combattuto la buona battaglia” – disse a sua volta San Paolo – “ho terminato la mia corsa, ho conservato la fede. La Sua grazia in me non è stata vana”. Sr. Clare può, senza dubbio, dire lo stesso. Adesso ha passato il testimone al suo popolo.

hermanasabajo

Vedi album fotografico

Scegli la lingua

Cerca

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.