Menu

Sr. Anna Riordan, Stati Uniti:

hna anna Faceva sempre tutto – qualunque cosa fosse – sempre al 100%. Mai a metà.

Sr. Anna è degli Stati Uniti ed è Serva del Focolare della Madre. Fu insieme a Sr. Clare durante il noviziato per un anno, e in seguito in varie occasioni.

hna anna de candidata

Sr. Anna (come candidata) con Sr. Clare.

Conobbi Sr. Clare la prima volta nel settembre del 2004, nella nostra casa madre in Spagna. Io ero una ragazza “pesante” appena arrivata dagli Stati Uniti, ed ella era nel suo secondo anno di noviziato. Mi ricordo che non la vedevo molto, perché trascorreva molte ore nella tipografia per la stampa della rivista. Ma mi ricordo sempre del suo sorriso, della sua risata e della sua accoglienza quando arrivai.

Ebbi la grazia di passare insieme quasi un anno con lei durante il mio noviziato (luglio 2005 – febbraio 2006). I miei ricordi di lei sono soprattutto di quest’epoca, anche se durante qualche estate ci siamo trovate insieme in Spagna durante il mese di agosto. L’ultima volta che la vidi personalmente fu proprio dopo i miei voti perpetui, nel settembre 2012, tuttavia ciò che imparai da lei ha continuato ad incoraggiarmi e mi ha aiutata nella mia vocazione di Serva fino al giorno d’oggi. Per questo ringrazio Dio e nostra Madre.

Faceva sempre tutto – qualunque cosa fosse – al 100%. Mai a metà... Ad esempio, quando cantava a Messa o fuori dalla Messa non solo muoveva la bocca, ma si notava che metteva tutta la sua anima nella canzone e pensava alle parole che uscivano dalla sua bocca, e al contempo dal suo cuore, come in un inno verso Dio. Basta, ad esempio, ascoltare la sua registrazione di “Quedose prendado”. Anche nei mestieri di casa o nelle pulizie, nel lavorare fuori, ecc... sembrava sempre che stesse facendo ciò che doveva dare con tutto il cuore.
 
In varie occasioni facemmo insieme viaggi in macchina. Durante i tragitti tutte noi suore pregavamo il Rosario assieme a voce alta. Ella lo pregava con gli occhi chiusi. Una delle prime volte non sapevo perché stesse facendo così, e davo per scontato che aveva la nausea essendo in macchina. Le chiesi se si sentiva bene e mi disse di sì, che chiudeva gli occhi solo per non distrarsi durante la recita del Rosaio. Era molto attiva, ma niente affatto negligente nella preghiera. Prendeva Dio e nostra Madre sul serio.

Vedeva sempre la parte divertente di ogni situazione, persino se eravamo stanche o se stavamo lavorando duramente per la costruzione o nell’orto, oppure facendo qualcosa di un po’ monotono e ripetitivo. Sembrava che non si stancasse mai e che sempre fosse animata per qualunque cosa.

2007 Votos SHM (33)

Rinnovo dei voti di Sr. Clare e Sr. Anna nel 2007.

Voleva bene con tutto il cuore a tutte le suore, con amore fraterno nel Signore, con cuore universale senza eccezione di persone. Stava con una suora così bene come con un’altra.

Anche se aveva molti talenti ed era molto simpatica, e poteva facilmente attrarre l’attenzione su di sé, non approfittava dei suoi talenti per questo. Era pronta a scoprire i talenti degli altri e collaborava semplicemente con gli altri, senza volersi mettersi in mostra o imporsi, ad esempio, nel comporre canzoni per suore che erano con noi nel noviziato in occasione dei loro compleanni o in situazioni simili. Non ho alcun ricordo di lei triste o arrabbiata. Non è che le cose non le costassero, il fatto è che si controllava molto.

Aveva una creatività traboccante che la portava a comporre spontaneamente delle piccole canzoni, in qualunque situazione, per rallegrare la vita degli altri.

Aveva un entusiasmo contagioso. Ad esempio, leggeva qualcosa che la impressionava della vita di un santo, o vedeva qualcosa di bello, e te lo raccontava. Senza vederlo o leggerlo tu, ti entusiasmavi per contagio. Usava questo dono di convincere la gente al bene, per entusiasmarli verso Dio e la santità.

Scegli la lingua

Cerca

Newsletter

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.