Menu

Sr. Ana Maria

 Sr. Ana Maria Cabezuelo, SHM:  mi ha sempre impressionato la docilità e l’obbedienza di Suor Clare. Le potevo chiedere qualsiasi cosa e lei non si lamentava mai, mai uno sbuffo, una lamentela o un segno di svogliatezza...

In diverse occasioni fui, per così dire, “compagna artistica” di Suor Clare all’interno della Comunità. Le nostre esibizioni spesso erano spontanee durante le chiacchierate a tavola, senza nessuna preparazione; altre volte, in occasione di qualche festa, le preparavamo in anticipo.

Suor Clare interpretava molto bene i suoi due personaggi, Carlitos e Nicasia, ai quali io aggiungevo la mia interpretazione di Teo o della annunciatrice radiofonica. Uno dei nostri numeri consisteva nel far partecipare Carlitos e Nicasia a un concorso radiofonico promettendo loro come premio una bicicletta. L’ossessione di Nicasia era da sempre il colore arancio e, naturalmente, se vinceva una bicicletta, doveva essere di color arancio. L’annunciatrice faceva loro una serie di domande assurde, ovvie, che però per Carlitos e Nicasia erano molto difficili.

Domande tipo: “Come si chiama una santa che era di Assisi il cui nome è simile a quello della chiara dell’uovo? Nicasia e Carlitos si sforzavano per pensare, fino a mandare in fumo il cervello e poi dicevano spropositi rispondendo una qualsiasi stupidaggine. Questo faceva ridere tutti parecchio. Il culmine dell’esibizione giungeva quando finalmente Nicasia vinceva la bicicletta, però scopriva che non era di color arancio. Reagiva allora scoppiando a piangere e lì era quando tutta la Comunità addirittura piangeva dalle risate.

Ricordo bene alcuni programmi di Natale per bambini che registrammo un anno per Radio HM. Io preparai i copioni e distribuii i vari ruoli. I personaggi da interpretare erano l’annunciatrice radiofonica, la nonna, Juan, Lucia, Teo, il Gesù Bambino, il locandiere, il pastore, la pastorella, il banditore, la mucca, la stella…. Passavamo da una voce all’altra con grande velocità e nessuno avrebbe detto e pensato che in studio ci fossero solo due persone. Mi ha sempre impressionato la docilità e l’obbedienza di Suor Clare. Le potevo chiedere qualsiasi cosa e lei non si lamentava mai, mai uno sbuffo, una lamentela o un segno di svogliatezza... Io le dicevo:  “Qui devi dire questa cosa….in questa parte devi cantare…” e Suor Clare improvvisava e lo faceva. Io sapevo che lei aveva lavorato nell’ambito cinematografico e proprio per dei programmi televisivi e quindi aveva più facilità e più esperienza di me, però, molto umilmente faceva ciò che le dicevo senza pensarci troppo. Non volle mai “dire la sua” facendomi notare la sua “competenza professionale”: al contrario, accettava con serenità il suo ruolo e ci metteva tutto il cuore.

Devo aggiungere che nel realizzare tutti questi lavori per le anime abbiamo riso molto e ci siamo divertite tantissimo.

Scegli la lingua

Cerca

Newsletter

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.