Menu

h clare arriba jax

Sr. Ruth Ibañez, Spagna:  Questa era Sr. Clare: diretta, ma allo stesso tempo con grande simpatia, visto che, quando parlava così, era sempre per amore e per la salvezza delle anime.

hna ruthSr. Ruth Ibañez ha vissuto un anno con Sr. Clare a Jacksonville, Stati Uniti, nell’anno scolastico 2006-2007.

Sono stata con Sr. Clare quando fondammo la comunità di Jacksonville, Stati Uniti il 15 ottobre 2006. Vissi con lei tutto quell’anno scolastico finché, a giugno, ritornammo assieme in Spagna con Megan Conway (oggi Sr. Megan Maria) che venne con noi per entrare quell’estate in noviziato.

HCadoracion

Sr. Clare con i bambini della scuola

Ricordo che durante quell’anno scolastico ridemmo moltissimo, perché le sembrava molto divertente tutto ciò che scopriva del modo di vivere e di essere degli Stati Uniti. Ella dava lezione ai bambini della Scuola Materna fino alla terza elementare. A volte io la accompagnavo a lezione. Aveva un dono eccezionale per parlare ai bambini di Dio, di nostra Madre, dei santi... Grazie alla sua capacità di recitare, raccontava loro delle storie e i bambini si immergevano completamente in esse. E così con le sue canzoni, fino a tal punto che c’era qualche bambina che, letteralmente, voleva essere Serva a motivo di lei.

Il suo costante atteggiamento era di fare tutto con energia e con molta gioia e generosità. Ci incoraggiavamo sempre a vicenda con espressioni come: “Andiamo là, dando il massimo”. Se qualcosa si presentava come difficile, sgradevole, penosa... ella era solita dire: “Non importa, in riparazione dei miei peccati”. Ricordo che era molto sensibile alle sofferenze delle persone, e subito cercava di aiutarle. Ricordo anche quando andavamo a fare la spesa per comprare cibo per la comunità, siccome lì c’erano molte cose e molto buone, faceva sempre delle osservazioni per scegliere ciò che era più economico, più povero, facendo delle facce divertenti e raccontando barzellette sulle cose lussuose o esageratamente comode.

Ricordo anche il dono di comunicare che aveva con la gente nel fare apostolato. Eravamo molto amiche di una delle professoresse. Suo marito, Jerry, era ebreo. Da quando lo conoscemmo, Sr. Clare gli diceva sempre qualcosa, quasi per scherzo ma in realtà molto sul serio, per farlo pensare sulla fede. Egli si divertiva molto e la ascoltava, e ciò che sentiva gli entrava dentro. Prima delle vacanze di Natale, i professori organizzarono una festa alla quale si recarono con i loro coniugi. Invitarono anche noi. Quando vedemmo Jerry, Sr. Clare gli disse: “Ehi, Jerry, che bello è il Natale... Ti piace?”. Jerry rispose di sì. Allora Sr. Clare gli disse: “A proposito, Jerry, lo sapevi che a Natale celebriamo che il Messia è già nato e che compie 2007 anni? He, he, he...”. Posso vedere ancora la faccia di Jerry, pensierosa, come in stato di shock. Ma si mise a ridere e assolutamente non si offese. Questa era Sr. Clare: diretta, ma allo stesso tempo con grande simpatia, visto che, quando parlava così, era sempre per amore e per la salvezza delle anime.

Un altro aneddoto che ricordo è sull’Eucaristia. Ci invitarono a una veglia con esposizione del Santissimo in una parrocchia. Al momento di esporre il Santissimo, lo fecero mettendo l’Ostia consacrata all’interno di una coppa normale di vetro, proprio così. Ricordo che, quando la vedemmo, Sr. Clare si scompose in volto e iniziò a piangere. Quasi si stava lanciando a dire qualcosa al sacerdote, ma Sr. Teresa considerò più prudente aspettare la fine per parlare con lui.

Riguardo al lavoro duro, ricordo che lavorai con lei quell’estate del 2007, di ritorno dagli Stati Uniti. Eravamo solite andare quasi tutti i giorni ad aiutare i Servi a ricostruire la loro casa de Las Presillas, sistemando le pareti e facendo altri lavori. Il lavoro era duro, ma ella – pur essendo di costituzione non molto forte – non si fermava un minuto, malgrado fosse stanca. Era solita cercare sempre il lavoro più pesante o difficile. E sempre con gioia, facendo battute, raccontando delle barzellette, cantando...

Non la sentii mai parlare male di un’altra suora. Al contrario, difendeva tutte le suore.

Scegli la lingua

Cerca

Newsletter

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.