Menu
Mercoledì, 16 Maggio 2018 19:27

Abnegazione vs Egoismo

abnegacion egoismo

Anche se sembrano piccole cose, a volte può essere molto difficile metterle in pratica. Però, coraggio, perché Dio, vedendo la tua intenzione buona, ti aiuterà.

Una nuova riflessione sulle virtù tratta da quei testi che, nell’anno 2008, suor Clare preparò per il campo estivo delle ragazze negli Stati Uniti. Ricordiamo che suor Clare non avrebbe mai pensato di vederli pubblicati. Erano solo bozze preparate per parlare durante il campeggio. Però contengono consigli molto pratici per la nostra personale battaglia verso la santità. In questo caso, spiega come crescere nella virtù dell’abnegazione, lottando contro l’egoismo e, come lei stessa dice: “Ricorda che siamo soldati in guerra per la santità. La battaglia è in corso: la virtù contro il vizio. Chi vincerà oggi? L’abnegazione o l’egoismo? Dipende da te.”

La virtù dell’abnegazione consiste nella capacità di anteporre le necessità degli altri alle proprie. Ab-negazione, pensare meno a se stessi e più agli altri. Il contrario di questa virtù è l’egoismo, che significa essere concentrati su se stessi, pensare troppo a me stesso, a ciò che voglio, quello di cui ho bisogno.

Come possiamo praticare questa virtù nel campo estivo del Focolare della Madre?

Sono molte le persone che di mattina hanno bisogno di usare il bagno, non solo tu. La persona che sta cercando di esercitare l’abnegazione non cercherà a tutti i costi di per prima in bagno, ma lascerà passare prima un’altra ragazza. Quando si trova sotto la doccia non ci starà mezzora perché sa che altre stanno aspettando.

Durante la colazione, tu ed un’ altra ragazza del tuo gruppo allungate la mano per prendere l’ultima ciambellina. Cerca di non essere egoista e rinuncia a ciò che volevi per te. Dimenticati di te stessa e, senza lamentarti, lascia che sia l’altra a prendere la ciambellina. Poi, naturalmente non andare a raccontare a tutte le suore e alla tua capogruppo ciò che hai appena fatto. Se lo facessi non sarebbe una virtù. Dio ha visto ciò che hai fatto ed è sufficiente.

La signorina Neva dice che puoi portare solo 15 ragazze nell’ultimo viaggio in barca. Tu hai molta voglia di andarci. C’è solo un posto libero sulla barca, e siete due ragazze, tu e l’altra. Se tu sali sulla barca e dici all’altra: “Beh, domani sarà un altro giorno!! Ciao”. Questo sarebbe un atto abbastanza egoista. Cosa farebbe un santo al posto tuo? Cosa devi fare?

Quando è il momento dei lavoretti manuali, tutte le ragazze vogliono che il loro lavoro riesca bene. C’è una tendenza generalizzata a scegliere il meglio del materiale che ci offrono per fare il lavoretto. L’abnegazione, come dicevamo all’inizio, è la capacità di anteporre gli altri a noi stessi. Se vedi che ad altre ragazze piacciono le perline blu che stai usando per il tuo lavoro, allora non cercare di prenderle tutte per te. Se facessi ciò, non staresti praticando la virtù.

Durante i primi due giorni di campo ti sembrava divertente cantare mentre eravamo seduti a tavola, però adesso non hai più voglia di cantare. Hai il mal di testa da tanto che hai cantato… Però quando l’altro tavolo canta: “Amiamo Gesù. Sì, lo amiamo. Amiamo Gesù, e tu?” e indicano il tuo tavolo perché tu e le altre ragazze del tavolo rispondiate continuando a cantare, invece di alzarti e rispondere: “volete tacere una buona volta?”, ricordati che la virtù che va consolidata oggi è quella dell’abnegazione. Sorridi, e mettiti a cantare a pieni polmoni.

Magari c’è una ragazza nel tuo gruppo che sta vivendo un brutto momento e non si sente una “partecipante felice” però, vedendo te e l’esempio che stai dando, anche lei cercherà di esercitare questa virtù.

Possiamo riempire le giornate con piccoli esempi di abnegazione. Mangiare ciò che non mi piace, mangiare tutto quello che c’è nel piatto, fare bene il mio compito, aiutando chi ne ha bisogno, partecipare a tutto senza lamentarsi… Anche se sembrano piccole cose, a volte può essere molto difficile metterle in pratica. Però, coraggio! Perché Dio vede la tua buona intenzione e ti aiuterà. In questo consiste la santità: nell’esercizio delle virtù per poter assomigliare sempre più al Signore.

Quando cerchiamo un modello di abnegazione possiamo guardare a Madre Teresa di Calcutta. Il suo servizio disinteressato fu di grande esempio per molte persone nel mondo.

Ricorda che siamo soldati che stanno lottando per raggiungere la santità. La battaglia è in corso: la virtù contro il vizio. Chi vincerà oggi? L’abnegazione o l’egoismo? Dipende da te.

Scegli la lingua

Cerca

Reti sociali

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok