Menu
Lunedì, 06 Maggio 2019 21:00

«Sono nata per cose più grandi».

Sr. Clare in chiesa

Perché nella preghiera ho compreso che tutto quello che faccio, specialmente il fatto di alzarmi alle 5 del mattino, devo trasformarlo in un “sacrificio di lode”.

Un altro testo estrapolato dalla mail del 25 maggio 2015 che Suor Clare inviò a Padre Rafael e a Madre Ana. Suor Clare, in modo semplice e umano, confessa come sta trasformando le cose che le costano -come solo il fatto di alzarsi presto la mattina- in un “sacrificio di lode”.

Di ritorno dal Rosario dell’Aurora ci siamo messi in preghiera. Ho letto una frase che mi aiuta tutti i giorni quando mi alzo, recitava così: “Ad majora natus sum”, che tradotto letteralmente significa “Sono nata per cose più grandi”. Si tratta di una frase che si diceva nell’antichità quando si voleva rifiutare, respingere con un gesto magnanimo ciò che si considerava mediocre, volgare o meschino: Sono nata per cose più grandi!

Perché mi ha aiutato tanto? Perchè con la preghiera ho capito che tutto quello che faccio, specialmente il fatto di alzarmi alle 5 del mattino, devo farlo diventare un “sacrificio di lode”. Devo elevare questa azione che mi costa molto a qualcosa di grande. Dio mi chiede questo sacrificio perché con esso farà qualcosa di grande. Ho concluso la preghiera con questa certezza: «Ad majora natus sum».

Scegli la lingua

Cerca

Reti sociali

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.