Menu
Mercoledì, 05 Aprile 2017 21:00

Non ti arrendere, Donovan!!!

suzy bday grande 

"Tu sai che hai bisogno della verità, hai bisogno di Dio".

Suzy Donovan ricevette per il suo compleanno dell’anno 2010 un regalo molto speciale: questa lettera di Sr. Clare che oggi condivide con noi. In essa Sr. Clare si mostra così come lei si comportava con i giovani: prima di tutto si sforzava nell’individuare il problema che li disturbava nel fare la volontà di Dio e, una volta focalizzato il problema, glielo comunicava chiaramente, mossa da un amore molto forte e molto sincero che diventava evidente per i giovani. Inoltre, per incoraggiare Suzy alla lotta, Sr. Clare le confessa ciò che maggiormente costò a lei nella sua lotta personale.

Magari tutti noi avessimo una Sr. Clare che ci facesse dei “regali” come questi, che ci parlasse chiaramente per poter arrivare a dare tutto al Signore!

Le parole sottolineate furono segnate così da Sr. Clare nel suo originale manoscritto.

suzy bday 1peq

Mia carissima Suzy,

volevo scriverti una lettera “piccola” per il tuo compleanno, ma quella che scriverò adesso non è esattamente ciò che avevo programmato...

Ci sono due strade nella vita: la strada stretta, che è dura e ripida, ma che porta alla vita; o la strada ampia che è “facile” ma che porta alla morte. È così facile come questo – vita o morte, pienezza o distruzione, vera felicità o falsa felicità, la verità o la menzogna, libertà o schiavitù, Dio o satana...

Fulton Sheen una volta scrisse che “i momenti più infernali nella vita di una donna sono quando ella si nega a dare”. Il tuo tempo qui può diventare un inferno se non sei generosa, se rifuggi il morire a te stessa, se rifuggi il dare a Dio ciò che Egli ti sta chiedendo in questo momento. Io desidero la tua felicità più di quanto tu stessa desideri essere felice. Chiedo a Dio che riempia il grande vuoto che hai dentro di te: un vuoto che cerchi di riempire con piaceri, anche se puoi vedere che questo non funziona. Chiedo a Dio che ti purifichi, che ti mostri l’amore che Egli ha per te; che ti perdoni, affinché tu possa perdonare te stessa e, così, smettere di odiare te stessa.

L’ultima cosa che devi fare adesso è costruire un muro di autofiducia, perché quello è proprio il muro che deve essere demolito affinché tu possa conoscere Dio e te stessa veramente. Per me personalmente, quella fu una delle cose che mi costò di più: lasciare che Dio mi strappasse tutte le mie maschere e mi mostrasse chi ero io veramente. Fu duro ma, grazie a quella grazia, sono quella che sono adesso.

suzy bday 1peq

Suz, te l’ho detto spesso: “è tutto o niente, piccola”. Certo che tu non puoi farlo da sola, ma chiedi aiuto al Signore. E non mi dire che non puoi pregare, né credere, o altro, quando la verità è che hai paura, o sei troppo pigra per farlo.

Tu sai che hai bisogno della verità, hai bisogno di Dio. Dopo tutto ciò che hai fatto, sempre ritorni per parlare con me. Persino dopo quest’estate in cui hai toccato veramente il fondo, in mezzo a tutto ciò, mi hai chiamato. So che ciò che ti attrae non sono io, ma Chi io rappresento (anche se lo faccio così male!). Non ti arrendere, Donovan!!! Lotta! Non essere una fallita! È come la maglietta che indossavi che diceva: “Essere santo o morire provandoci”. Chiedi a Dio che ti dia un vero desiderio di cambiare, chiediGli che ti aiuti a obbedire (!). Sant’Agostino disse: “Dio, che ti ha creato senza di te, non può salvarti senza di te”.

... e su questa nota: “Tanti auguri a te. La la la...”

Con affetto,
Sr. Clare †

(In un angolino, finita la carta, Sr. Clare aggiunge alcune righe di una canzone che entrambe conoscevano: “Ho i ricordi, sempre li porto dentro, ma non posso tornare ad essere come ero prima... Questo è il mio focolare”.)

Scegli la lingua

Cerca

Reti sociali

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok