Menu

Dibujo

A volte crediamo a tutto quello che la gente ci dice, anche se non sembra vero. Molte volte la pubblicità della televisione cerca di convincerci che un nuovo giocattolo è il migliore di tutti. Lo compri e dopo due giorni è rotto.

Condividiamo questo articolo scritto da Sr. Clare per la rivista Hm Zoom+ nel 2009 per la sezione di aneddoti sulla sua infanzia “Quando io ero piccolina”. Abbiamo anche l’audio in spagnolo, registrato con la sua voce per Radio HM.

Quando io ero piccolina, tutti i sabati la mia famiglia, e così tutti i miei zii e i cugini, andavamo a casa dei nonni. I grandi rimanevano nella sala da pranzo a parlare e a bere il tè e tutti noi bambini andavamo fuori a giocare. 

Un giorno, dopo la merenda, uno dei vicini dei miei nonni diede una mela a ciascuno di noi. A un certo punto vidi uno dei miei cugini sputare dei pezzi di mela. «Cosa fai?», gli chiesi mentre finivo di mangiare la mia mela. «Sputo i semi, – mi disse – dove sono i tuoi?». «Me li sono mangiati» – risposi. Tutti i miei cugini smisero di mangiare e mi guardarono. «Anche lei se li è mangiati» – dissi, indicando col dito la mia sorellina. Ci guardavano spaventati: «Non sapete quello che succede quando si mangiano i semi?» – ci chiesero. Mia sorella e io scuotemmo la testa, e i nostri cugini ci comunicarono tragiche notizie. Ci dissero che i semi vanno direttamente nello stomaco, e se beviamo acqua inizia a crescere un albero dentro di noi. Lo avevano visto in un film e dissero che succedeva anche nella vita reale.

Per il resto della giornata cercammo di non bere acqua affinché l’albero non crescesse nella nostra pancia. Una cugina ci disse che i rami sarebbero usciti dalla nostra bocca. Avevamo molta paura.

Dibujo

Proprio prima di andarcene a letto quella sera eravamo in bagno a lavarci i denti quando mia sorella si dimenticò per un momento del problema dell’albero e bevve un po’ d’acqua. 

Io tolsi lo spazzolino dai denti e iniziai a scuotere mia sorella gridando: «Sputala, sputala!» – ma era troppo tardi. Disse che sentiva che un ramo le stava crescendo in gola. Io non sapevo che cosa fare. Non sapevo come aiutarla. Non ho mai visto un albero uscire dalla bocca di una persona, per cui iniziai a gridare come una forsennata. Anche lei iniziò a gridare, ma io le dissi di chiudere la bocca e così non sarebbe uscito il ramo. Improvvisamente entrò la mamma aprendo la porta di colpo: «Che succede?» - disse arrabbiata. La guardammo fissamente. «Perché state gridando?». «Ci stanno crescendo degli alberi nella pancia e usciranno dalla bocca in qualsiasi momento!» – le dissi.  «Vediamo un po’. Chi vi ha detto che vi stanno crescendo degli alberi dentro?». E allora le raccontammo tutta la storia. Ci disse che non era vero e che non dobbiamo credere a tutto quello che ci dicono. Disse a mia sorella di aprire la bocca per vedere se stava crescendo qualche ramo. Tenne la bocca aperta per venti secondi e non usciva proprio niente. Entrambe bevemmo un bicchiere d’acqua e non successe nulla. Nulla. Era tutta una bugia!

A volte crediamo a tutto quello che la gente ci dice, anche se non sembra vero. Molte volte la pubblicità della televisione cerca di convincerci che un nuovo giocattolo è il migliore di tutti. Lo compri e dopo due giorni è rotto. Non possiamo credere a tutto quello che vediamo o sentiamo in televisione! Se non sai se qualcosa è vero o no, chiedi a qualcuno che lo sa. Soprattutto se hai qualche domanda su Dio o su quello che noi crediamo come cattolici. 

Se non sei sicuro di qualcosa, chiedi ai tuoi genitori, a un buon sacerdote, o a una suora. Non rimanere nel dubbio. Guarda quello che è successo a mia sorella e a me per non aver chiesto ai miei genitori se la storia dell’albero era vera o no. 

Quindi, quando qualcuno ti dice qualcosa che ti sembra sospetto o che non corrisponde a quello che ti dicono i tuoi genitori, chiedi.

Scegli la lingua

Cerca

Newsletter

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.