Menu

Voti perpetui

Ho bisogno di inginocchiarmi davanti al Padre tante volte. La verità è che trovo pace sol-tanto quando mi appoggio a Lui, quando vado davanti a Lui con tutte le mie miserie e lascio che Dio sia Dio, Colui che mi ama e mi perdona incondizionatamente.

Pubblichiamo un estratto della lettera che Suor Clare scrisse a P. Rafael Alonso, Fondatore del Focolare della Madre, un anno prima della professione dei suoi voti perpetui. Gli racconta quanto si vede povera e bisognosa della misericordia del Signore.

Inizia già il conto alla rovescia per i voti perpetui... Non posso credere che sia già il mio turno. Sono molto consapevole di ciò che sto per fare e chiedo soltanto al Signore la grazia di essere fedele. 

Ogni giorno sperimento la mia miseria e la mia piccolezza in comparazione alla bellezza e alla grandezza di Dio.

Mi aiuta una preghiera di Sant’Agostino che dice: “Misero me, quando potrà la mia piccolezza e imperfezione convenire con la Tua rettitudine? Tu veramente sei buono ed io cattivo; Tu misericordioso ed io empio; Tu santo, io miserabile; Tu giusto, io ingiusto; Tu luce, io cieco; Tu vita, io morte; Tu medicina, io infermo; Tu somma verità, io tutta vanità”. 

È curioso, a volte la preghiera mi risulta difficile per l’aridità o quello che il Signore permette, ma allo stesso tempo amo stare davanti a Lui e non me ne voglio andare. Mi è difficile andar via e mi risulta difficile lasciarLo. Che strano, no? 

Quello su cui sto meditando ora, e che mi aiuta tanto, è la parabola del figliol prodigo. Mi fa molto bene guardare il quadro di Rembrandt, perché mi identifico totalmente con il figlio che era perduto, distrutto e vuoto, non solamente nella mia vita passata, ma persino ora, a volte. Ho bisogno di inginocchiarmi davanti al Padre tante volte. La verità è che trovo pace sol-tanto quando mi appoggio a Lui, quando vado davanti a Lui con tutte le mie miserie e lascio che Dio sia Dio, Colui che mi ama e mi perdona incondizionatamente. Non sempre capisco il Suo amore e la Sua misericordia, perché la mia è così debole e macchiata... A volte, sembra come se volessi dimostrare a Dio che la mia oscurità è troppo grande per essere vinta. Speri-mento però che Dio mi chiede di confidare in Lui e, quando lo faccio, allora ho pace e libertà.

Scegli la lingua

Cerca

Newsletter

Contatto

Se hai qualche ricordo o hai ricevuto qualche favore da Sr. Clare o da una delle 5 candidate decedute durante il terremoto in Ecuador, così come se hai foto o video, ti preghiamo di mandarceli inviando una mail a:  hermanaclare@hogardelamadre.org
Per favore, non ti dimenticare di indicare di dove sei, su quale di loro è la storia che ci riferisci, e come l’hai o le hai conosciuta/e.