Mercoledì, 11 Ottobre 2017 17:29

Mai dimenticare tutto ciò che hanno sofferto per me.

El Padre y la Madre en una visita a la comunidad donde estaba la Hna. Clare

Non so spiegare la gioia e il desiderio entusiasta che ho di soffrire per il Signore. Tutto mi sembra poco.

Vi offriamo un altro breve ma impressionante estratto dell’e-mail che l’8 aprile 2015 Sr. Clare mandò a P. Rafael Alonso, fondatore del Focolare della Madre, e a Madre Ana M. Campo, Superiora generale delle Serve del Focolare della Madre. In questa occasione Sr. Clare descrive loro le grazie che ha ricevuto il precedente Venerdì Santo. Il suo amore verso Cristo Crocifisso e Sua Madre Addolorata trasuda in modo commuovente in queste righe.

La Settimana Santa, in particolare il Venerdì Santo, è stata una grazia per me che, fino al giorno d’oggi, percepisco come un peso (non so se è la parola corretta, voglio dire un «peso positivo»), o un tocco di Dio, non lo so. Gesù è molto presente dentro di me.

Anche se il Venerdì Santo è un giorno triste, non so spiegare la gioia e il desiderio entusiasta che ho di soffrire per il Signore. Tutto mi sembra poco: la mancanza di riposo, il digiuno, il caldo, il dover dare retta alla gente... Tutto ciò che può costare mi riempie di gioia, perché mi fa stare vicino al Signore.

La sera abbiamo pregato il rosario guardando le immagini del film «La Passione». Ho iniziato a piangere a dirotto. Ogni volta che vedo la Vergine e penso al Suo dolore nella Passione e vedo il Signore così umiliato non posso controllare i singhiozzi. Sono rimasta a lungo davanti alla croce chiedendo la grazia di mai, mai dimenticare tutto ciò che il Signore e la Vergine hanno sofferto per me. E anche se siamo nell’Ottava di Risurrezione continuo a meditare la Passione.

Choose Language

Cerca

Reti sociali